lunedì 10 settembre 2012

L'acquario di Genova

Il 16 di agosto siamo andati all'Acquario di Genova. E' stata dura trovare il parcheggio dell'acquario, ma poi ce l'abbiamo fatta! Quando siamo entrati c'erano le luci soffuse per far si che i pesci negli acquari si vedessero meglio, e probabilmente perché sennò gli dava noia ai pesci. Abbiamo visto tanti tipi di pesce, abbiamo visto le foche, i leoni marini, i delfini, i cuccioli di squalo, i piranha, i pesci spada, i pesci sega, le razze, dei fossili di pesci di acque profonde, le murene, stelle marine, meduse, pesci grandi, piccoli e di tutti i colori, serpenti, coralli, anemoni, aragoste, camaleonti, i pinguini, gamberetti, ecc.
Guardando negli occhi i piranha mi sono inquietato pensando ad un documentario che ho visto su di loro...
Mentre nel guardare negli occhi i delfini, gli squali, le foche, i leoni marini ho provato tanta tenerezza. Mentre i pesci che si mimetizzavano nella sabbia mi facevano ridere.
Inoltre c'erano dei cartelli che oltre a spiegare le categorie di pesci davano informazioni scientifiche tra le quali:
- Le conseguenze dell'effetto serra. Inizia tutto con i raggi solari che vengono fatti passare e poi trattenuti dai gas inquinanti (combustibili fossili, fumi industriali, scappamenti delle auto e degli aerei) generando il riscaldamento globale e quindi alcuni pesci abituati al freddo si estinguono.
- Sugli squali si spiega che possono essere addirittura di soli 25 cm fino ad arrivare ai 18 mt di lunghezza. Si adattano a qualsiasi temperatura e profondità ed hanno forme e colori diversi.
- I Cetacei sono pesci che prima erano animali che vivevano in superficie (mammiferi) antenato anche dei cervi, ippopotami e maiali che con il passare dei secoli si adattarono all'acqua. Si dividono in due tipi: gli Odontoceti (delfini, focene e capodogli) che mangiano con i denti; i Misticeti (balene e balenottere) che mangiano filtrando il nutrimento attraverso strutture cornee chiamate fanoni. I cetacei si distinguono dai pesci perché hanno le pinne caudali orizzontali, non come gli squali che le hanno verticali, e respirano dallo sfiatatoio (narici modificate) e non dalle branchie.

1 commento:

  1. Ciao!
    Sono andata solo una volta all'acquario di Genova, ma spero di poterci andare presto con mio marito e mia figlia.
    C'erano ancora le razze che chiedevano le coccole? :)
    Ho passato una buona mezzora ad accarezzarle e se mi fermavo loro si tiravano su, fuori dall'acqua, per chiedermene ancora.

    Alessia

    RispondiElimina